Tel: +39.0744.426.929

ternimagazine
TEATRO VERDI: LA POLEMICA IMPAZZA, NON C'E' ANCORA CONDIVISIONE DI VEDUTE
Ennesima bagarre per il recupero del Teatro Verdi. Vittorio Sgarbi interviene duramente a difesa dell’originario progetto dell’architetto pontificio Poletti

La strada che porta al recupero del Teatro Verdi è ardua e spinosa, tra progetti e soluzioni divergenti non c’è ancora l’accordo e buona parte della città non si arrende davanti alle scelte della maggioranza. Non esiste ad oggi una condivisione di vedute per il Teatro, anima della cultura ternana per quasi due secoli, sebbene i lavori che riguardano la torre scenica e il tetto partiranno da maggio. I cinque stelle all’opposizione fremono e chiedono una revisione dei lavori alla ditta vincitrice dell’appalto, frena invece l’architetto Mauro Cinti, Responsabile del procedimento, il quale ribadisce che non è possibile attenersi ad un progetto dell’Ottocento, quello del Poletti, per avere un teatro moderno. In difesa dell’amatissimo Teatro Verdi arriva anche il Comitato cittadino che ha indetto una raccolta firme e sta organizzando ulteriori azioni di sensibilizzazione. Durissima la reazione dello storico dell’arte Vittorio Sgarbi, che sostiene l’originario progetto del Poletti e utilizza toni agguerriti contro chi deciderà di adottare una soluzione diversa per il recupero del Teatro, finendo per rovinare un patrimonio artistico.